Risveglio

Oggi il mattino ha un uomo in bocca
e si dà il caso che sia io.
Questa pioggia mi ha fatto bene:
il cielo piange al posto mio.

Dio non c’è, però sa.

Oggi ho del sesso sulla pelle
e in testa foto da scattare.
Oggi ho capito cos’è l’amore:
non è quello che appare.

Dio non sa, però c’è.

Oggi ho rasato i miei capelli
e, sai, mi sono divertito.
Forse trovavo un po’ incoerente
adornarmi di fiori, poi vedermi appassito.

Sai che c’è? Non ci sto.
Meglio il mondo che il cortile.
Specchio mio, esco un po’.
Vado a cercare perle nel porcile.

E sto trasformandomi in me stesso.
E sto trasformandomi adesso.

D’incanto ho gli occhi aperti.
Il cielo piange al posto mio.