Morgana dorme

Morgana è lì:
un sonno perso tra pietra e seta.
E la sua pelle è così pallida.
Gelida.

Morgana è lì.
Lei non sarà mai più la preda,
e dentro gli occhi
tutta l’ironia della tragedia.

Perché resti lì?
Portami con te.
Prendimi!

Morgana è lì.
Lei non sa: lei non teme.
E la sua mente corre libera dove vuole.

Morgana è lì,
sognava solo un mondo migliore.
Lei non si sveglierà
ma dormirà
e sognerà.

Perché resti lì?
Se vuoi liberami
prendimi!

Non urlate.
Vi prego, non urlate.
Morgana dorme qui,
non parlate.
Ora è in pace.
Non respirate.